ATTENZIONE: proteggete i vostri pargoli, non fate loro leggere il blog dello Smilzo.

giovedì 27 settembre 2012

Pigrizia batte Smilzo 3-0

Raffaella Carrà mi piace, ma mi piace mi piace mi piace proprio. Anzi, mi strapiace. Anzi, mi strapiaceva di più quand'era quell'attimo più giovane. Che gnocca!

Sono un tamarro. Lo ero da ragazzino, lo sono ancora pure se tocca mimetizzarmi e lo sarò sempre nel mio io più profondo.

La fortuna esiste per pochi. La sfiga esiste per tutti, ma quella pura è solo per gli eletti.

Nessuno parla delle scie chimiche. Cioè, nessuno di autorevole che venga cagato. I primi di noi li faranno fuori solo togliendoci la pioggia, che scatenerà disastri, carestie, guerre. Gli ultimi di noi creperanno per le sostanze chimiche. Quelli che resteranno in vita saranno gli schiavi di coloro che verranno a occupare il Belpaese.

Voi non lo sapete ma io sì: sono un preveggente. Non lo so se si chiamano preveggenti, ma io vedo il futuro. Vedo che domani mattina quando suonerà la sveglia imprecherò in swahili e non avrò voglia di fare una minchia salata.

A una certa ora della sera mi pare di essere più rincoglionito del solito. Adesso credo che sia già più o meno una certa ora.

Ho ricominciato a guidare come un aspirante suicida. No bello. E' colpa della musica comunque.

A proposito di musica in auto, mi tocca sempre limitare il volume perchè oltre una certa soglia vibra il secondo paio di occhiali da sole nel portaoggetti dedicato agli occhiali da sole e questo disturba le mie orecchie.

Questa sera volevo guardare un film in DVD, o andare avanti a guardare I Soprano in DVD. Non ho ancora avuto la forza di alzare il culo dalla sedia. Almeno fosse una poltrona cazzo, e invece no. Ho il culo quadro.

Ho trovato una cura per l'insonnia. Non che sia un problema che mi riguardi, ma si sa mai che qualcuno ne abbia bisogno. Bisteccazze e Cannonau, provare per credere.

Spesso e volentieri le cose da mangiare che puzzano di più sono proprio quelle più buone. Credo sia anche una metafora della vita, o forse no, ma poco importa. Ciò che conta è sapere che non saranno di certo le fragoline di bosco a farti scoreggiare profumato.

Sono un cristiano di merda, lo sapevo già ma parlando con l'Animale l'altra sera ne ho avuto un'ulteriore conferma. Mi diceva che dopo il sopralluogo che un brutto ceffo ha effettuato nel suo negozio, teme di venire rapinato a breve. Io gli ho consigliato di tenere la pistola a casa e di non sparargli in ogni caso, ci rimetterebbe di più con le spese legali che con i soldi che gli potrebbero rubare. Mica per altro. Della vita di quel bastardo non me ne poteva fregare di meno.

E' chiaro ormai che andrò all'inferno. E ci troveremo tutti là, un giorno. Perchè in paradiso ci andranno solo i nati morti, e quelli del purgatorio a forza di rompersi i coglioni di stare purgati seduti sul cesso inizieranno a bestemmiare, decretando così da soli la loro discesa negli inferi.

Non sono comunque convinto che esistano nè il paradiso, nè l'inferno, nè il purgatorio. Per me è una balla colossale, il nostro corpo è chiaro che se verremo sotterrati verrà magnato dai cagnotti, però l'anima non lo so che fine farà. All'anima io ci credo, è quella cosa che fa la differenza fra un corpo vivo e un corpo morto. Sono tormentato da sempre da sta cosa che devo capire che cazzo di parte ci fa l'anima tra la vita e la morte, ma la cosa che mi fa felice è che comunque le anime senza corpo non devono pagare le tasse.

Sa il cazzo perchè sempre più spesso finisca a parlare fra me e me di vita e di morte, così come sa la fregna perchè cazzo le tasse mi stanno sul culo da quando ancora portavo i calzoncini corti e non le dovevo ancora pagare.

Il segreto per vivere felici o comunque a cuor leggero è fottersene. Perchè sia così non lo so, però me ne fotto.

Cazzo a volte mi sento più ignorante io di un merluzzo.

Non parlo di politica, anche perchè io ho un concetto mio di politica. Se apro bocca su questo argomento vengo odiato da tutti: destra, sinistra, centro, lega, e ognuno di questi mi accusa di essere uno del partito opposto al loro. Ma andate a fare in culo tutti. Comunque, dicendo a mio padre che molto probabilmente alle prossime elezioni farò uno schiribizzo sulla scheda giusto per non lasciarla bianca alla mercè di qualche disonesto che potrebbe mettere il suo voto sulla mia scheda, lui mi ha raccontato che un suo ex collega di lavoro vent'anni fa scrisse sulla scheda elettorale: "votare XXX al nostro paese è come pulirsi il culo senza avere cagato". Io questo signore non lo conosco, ma se trovo una foto sua la appendo al posto del crocifisso e inizio a venerarlo.

Fuori casa mia c'è un gatto che sta facendo di quegli strilli assurdi. Potrebbe però essere pure il figlio dei miei vicini di casa, questo non riesco a capirlo. Al gatto gli tirerei il collo, specie se è quello che mi piscia sullo zerbino e che scompiglia tutto l'orto. Al bambino dei vicini invece lo adoro, pure se ha paura di me. Lui ha paura perchè è un fifone e ha paura di tutto, figuriamoci di un buzzurro con la barba. "Paùa".

Il mio iPhone ha 4 anni e mezzo. Quando l'ho comperato in Italia manco esisteva, e al cambio l'avevo pagato l'equivalente di 260 euro. Tanto quanto un telefono normale. Oggi è scassato abbestia, ma telefonare telefona e messaggiare messaggia. Non ricevo mms, ma sticazzi. Non ho mai avuto un telefono che durasse così tanto. E' di gran lunga il più grosso affare tecnologico che abbia fatto nella mia vita.

E mò che ho raccontato più o meno una sfracca di cazzi miei, se qualcuno ha avuto il pelo di stare a leggere fin qua è mio amico. E non perchè si interessa di quel che mi riguarda, ma piuttosto perchè stimo tutti quelli che non hanno un cazzo da fare e possono permettersi il lusso di gettare il loro prezioso tempo nel cesso così come amo fare io.

Non ho ancora finito, quando scrivo frasi come la precedente poi mi chiedo se sono scemo o cosa. Probabilmente sono una cosa scema.

Nel frattempo ho capito che lo strillone è un gatto. Chissà se il bimbo di là nel sentirlo ha avuto paùa.

10 commenti:

  1. Ci voleva proprio il tuo racconto, era quello che cercavo in rete. un altro come me. sto ancora a ridere. ahahahah....anche io da circa due anni la penso come te, me ne fotto di tutto, non credo sia una patologia...io la considero più come uno stato mentale derivato dalla presa di coscienza che c'è qualcosa o forse tutto di assurdo in questo cazzo di mondo...so bene che sono dolori, soprattutto per chi ha delle credenze religiose, però se penso a quanti sono i pazzi che ancora non hanno capito e dormono sogni tranquilli pensando al domani, beh...amico , ti assicuro che preferisco avere la coscienza di stare qui a vedere quello che succede nella realtà e a sforzarmi di capire come cazzo fare per evitare di vederci tutti sterminati......

    RispondiElimina
  2. ci terrei a precisare che "bisteccazza e cannonau" non funzionano con tutti, credo dipenda dalla sanità mentale di chi ne fa uso ;-p

    RispondiElimina
  3. reporter, moriremo tutti... per evitare di vederci sterminati ti consiglio di non metterti più gli occhiali!

    ciao demian!! toet a post??

    ziacla, hai ragione! a chi non è normale non gli fa effetto!

    RispondiElimina
  4. E inzomma tot a post è una parola grossa in stò periodo... si sopravvive! pfffffff vitaccia

    RispondiElimina
  5. 'assa stare... ultimamente mi sembra di vedermi proiettato con un piede nella fossa e uno nelle mani di equitalia!!!

    RispondiElimina
  6. sarebbe meglio in val di fassa!

    RispondiElimina
  7. potendo scegliere preferirei il mare...grazie!

    RispondiElimina
  8. va bene anche quello... purchè sia vacanza!!!

    RispondiElimina