ATTENZIONE: proteggete i vostri pargoli, non fate loro leggere il blog dello Smilzo.

martedì 14 febbraio 2012

Inchiodata sul palmeto veglia immobile la luna

E' da prima delle 6 che son sveglio. Mi son svegliato che stavo urlando appresso a quella "so tuto mi e faso tuto mi, anzi diso mi e fate voi" della mia socia. Avevo il braccio teso e stavo urlando sottovoce un va' a farti inculare testa di cazzo, ovviamente in dialetto. Oh, io son fuori tutti i giorni a cercare lavoro diobono. Cioè io il lavoro lo trovo anche, ma dipende come lo vuoi portare a casa, ovvero dipende non da quanto sei disposto a non guadagnare ma da quanto sei disposto a perdere pur di non restare fermo completamente. Stiamo facendo la guerra dei poveri, nel mio settore siamo in troppi e non c'è lavoro per tutti. Tanti dei miei "colleghi" sono cadaveri deambulanti, altri falliscono ma l'azienda non chiude, semplicemente cambia nome. Ed è tutta gente questa che fa danni, rovinando il mercato delle aziende che hanno sempre lavorato seriamente. Che dopo tutto quello che dico non sembra, ma noi siamo persone serie che hanno sempre lavorato in modo corretto. Anche se alcuni dei miei clienti chiuderanno quest'anno, anche se sono clienti grossi e importanti, io sono ottimista: dopo la guerra dovremo ricostruire tutto, quindi ci sarà la ripresa e finalmente staremo tutti bene!

5 commenti:

  1. io non so se essere pessimista oppure ottimista.
    cioè so che non può durare per sempre questa merda.il problema è resistere senza affogare

    RispondiElimina
  2. io sono realista: moriremo tutti.

    RispondiElimina
  3. ....ma SGRAT3... cioè intendo SGRAT AL CUBO!!!

    RispondiElimina
  4. ahahahhahahahaha va beh dai, questa è l'unica cosa certa ;-p

    RispondiElimina